Antifurto - ARI SICUREZZA

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Antifurto

PERCHÈ È IMPORTANTE L’ANTINTRUSIONE?

Chi ha subito un’ intrusione viene segnato profondamente, ancor di più se al momento dell'evento era presente. Un senso di insicurezza, di precarietà, una frustrazione per l’arbitraria violazione subita sono i segni indelebili di questi eventi. Del resto, le statistiche parlano chiaro: negli ultimi anni i reati legati alla microcriminalità sono aumentati e con essi la carica violenta con cui vengono eseguiti. L'obiettivo primo, quindi , per gli operatori della sicurezza è evitare a tutti i costi l'intrusione e il possibile contatto con i malviventi.

80 % l'aumento medio dei furti negli ultimi 5 anni sul territorio nazionale.

20 % le abitazioni che utilizzano attualmente un sistema d’allarme.

95 % la capacità di un sistema d’allarme di mantenere all’esterno i ladri. Grazie alla sua forza dissuasiva, evita così i traumi psicologici di chi subisce una effrazione.   
I sistemi di sicurezza non sono per loro natura inviolabili ma possono diventare una barriera invalicabile quando la tecnologia mette a dura prova il tentativo di effrazione. Per questo, è sul terreno del continuo aggiornamento delle tecnologie che si basa gran parte del nostro lavoro: da un lato, rendendo sempre più facile l’impiego del prodotto da parte del consumatore, dall’altro raggiungendo livelli di tecnologia difficilmente superabili per quanti tentassero di violarli.

Un sistema per la sicurezza può essere schematicamente suddiviso con questi macro insiemi:
PERIMETRALI, strumentazioni che controllano l'inviolabilità del perimetro esterno inteso sia come muro di casa, giardino, ampie aree verdi, posteggi, ricoveri attrezzi, aree di servizio. In questo caso, i prodotti scelti possono essere: contatti magnetici, sensori volumetrici, sensori infrarossi, tecnologie di telecontrollo, il tutto sia via cavo che via radio.
CONTROLLO DI ZONA, sono quei prodotti che servono a segnalare l'eventuale presenza di soggetti che siano riusciti a superare la barriera perimetrale. Sono generalmente dei sensori o segnalatori che vengono utilizzati quando i locali vigilati non sono abitati.
TELEFONICI, ideali per segnalare il tentativo di violazione dei locali, trasmettono all’utente, vicini, parenti e/o agli istituti di vigilanza l’allarme con l’impiego avvisatori su cellulare, cavo o ogni altro modo possa essere necessario per far andare a buon fine l’avviso.


Impianti di allarme


Un sistema d’allarme è un dispositivo che ha il compito di rilevare ogni tipo d’intrusione all’interno di un ambiente e, una volta rilevato, sia in grado di avvertire chi di dovere e nel modo più adeguato.

Nella progettazione di un impianto è di fondamentale importanza puntare sulla qualità dei suoi componenti (la centralina di allarme e sensori), altrettanto importante è la scelta degli attuatori d’allarme. Il cuore dell’impianto è la centralina d’allarme, tutti gli altri dispositivi fanno capo ad essa, si occupa dell’alimentazione ed è la sede della memoria di programmazione dell’impianto. E' proprio per la centralità della centralina che Nuovo Punto Sicurezza ha scelto di installare solo impianti della migliore qualità.

I dispositivi che si occupano di rilevare l’intrusione vengono denominati sensori o rilevatori, possono essere sia volumetrici (via filo o infrarossi) che permettono di rilevare la presenza di una persona all’interno dell’ambiente, sia perimetrali (cioè tengono sotto controllo il perimetro dell’ambiente e un’eventuale oltrepassaggio di questo).

Gli attuatori sono quelle componenti dell’allarme che hanno il compito, nel momento in cui ricevono il segnale dalla centrale, di comunicare, nel più breve tempo possibile e nel modo più diretto e sicuro, l’avvenuto allarme. Al giorno d’oggi come attuatori si utilizzano sirene e combinatori telefonici. Le prime hanno il compito di far capire all’intruso che la sua presenza è stata rilevata e di attirare l’attenzione di chi si trova nelle vicinanze, mentre il combinatore telefonico è un dispositivo che comunica l’avvenuta infrazione, utilizzando la linea telefonica, tradizionale o GSM, chiama dei numeri preimpostati e ripete il messaggio registrato all’installazione, dando la possibilità di avvertire anche chi al momento non può sentire le sirena.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu